Back to Top

Istruzioni

La competizione sempre a classe intera (in quattro edizioni: MSF1 per prima superiore, MsF per seconda e terza superiore con differenziazione, MsFJ per quinta primaria e prima secondaria con differenziazione, MsFJter per terza secondaria) prevede anche una edizione a classi miste composte in modo equi-eterogeneo da metà classe quinta primaria e metà classe prima secondaria di primo grado;in tal modo da una classe quinta e da una prima si ottengono due classi miste.

L’iniziativa è articolata in due fasi:

  • Prova di accoglienza: in un giorno scelto da ciascun Istituto entro la

         data indicata di anno in anno nello Scadenzario

  • Competizione (gara ufficiale): la data, unica per tutte le Nazioni partecipanti e fissata di anno in anno, è pubblicata nello Scadenzario.

La Prova di accoglienza è organizzata a cura di ciascun Istituto così come la correzione degli elaborati.

L’insegnante di Matematica, o dell’area scientifica (per la scuola primaria) della classe partecipante, assiste e guida gli studenti nell’organizzazione del lavoro.  

La Competizione è organizzata con le modalità sotto indicate e la correzione è a cura del Comitato organizzatore (suddiviso in Poli) a cui devono essere inviati gli elaborati nelle sedi e nei tempi indicati nello Scadenzario.

Durante la Competizione la classe viene sorvegliata da un docente non di matematica sia nella scuola secondaria sia nella superiore e non dell’area scientifica nella scuola primaria. 

L’iscrizione avviene mediante registrazione on line con le modalità indicate in Iscrizione

Per conoscere i risultati della propria scuola ogni Dirigente o referente d’istituto riceverà in forma riservata presso l’e-mail personale (indicata all’atto dell’iscrizione) un file excel, contenente i risultati delle classi dell’istituto.

L’elenco delle scuole vincitrici sarà pubblicato sul sito  di MsF attraverso una comunicazione prevista nella prima decade di maggio.

Compiti del Dirigente Scolastico

  • nomina di un docente di matematica sia nella scuola secondaria sia in quella superiore e dell’area scientifica nella scuola primaria quale referente d’Istituto per la competizione;
  • verifica che la partecipazione avvenga ai sensi del Regolamento; in particolare che sia a classe intera, tranne per la modalità prevista per le classi miste di MsFJ;
  • nomina degli insegnanti (non di matematica) che effettueranno l’assistenza nelle classi partecipanti alla gara durante la Competizione;
  • custodia della busta contenente le prove della Competizione  che scaricherà personalmente o che farà scaricare dal referente nella settimana antecedente la gara; la riproduzione delle prove avverrà sotto la diretta responsabilità del Dirigente Scolastico;
  • invio del pacco contenente le buste degli elaborati della Competizione (una per ciascuna classe partecipante in forma anonima, ma raccolte con una fascetta per tipologia di prova: MsfJ, MsFJter, MsF1 o MsF) alle sedi e nei tempi indicati nello Scadenzario.

Compiti per il  docente referente (in accordo con la Direzione)

  • sensibilizzazione del Collegio Docenti e invito ai docenti a informare gli studenti sul significato della competizione e sulla relativa procedura;
  • cura per la valorizzazione della ricaduta didattica;
  • riproduzione, con la massima riservatezza, del testo della competizione (in numero di copie pari agli allievi di ogni classe  partecipante) curando le differenti edizioni di:

MsF1 (10 esercizi per le classi prime superiori)

MsF (10 per le seconde e 13 per le classi terze superiori)

MsFJ  (8 esercizi per la classe quinta della scuola primaria; 9 esercizi per la classe prima della secondaria e per la classe mista);

MsFJter (10 esercizi per la classe terza della secondaria)

  • predisposizione, per ogni classe, di una busta contenente i testi e i  fogli-risposta, di una   busta per raccogliere le risposte, di una busta piccola, da includere in quella delle risposte, con i dati di riferimento della classe e del docente di matematica secondo il facsimile;
  • predisposizione dei turni di sorveglianza dei docenti non di matematica sia  della classe sia delle altre classi;
  • definizione delle eventuali modifiche degli orari di lezione della classe;
  • comunicazione alla classe della data della prova e del “corredo” autorizzato   e riportato nelle norme per l’insegnante sorvegliante;
  • il testo duplicato, conservato dal Dirigente Scolastico, sarà consegnato al docente addetto alla sorveglianza in busta chiusa, unitamente alla busta in cui raccogliere gli elaborati e contenente quella piccola per la registrazione dei dati anagrafici.

Norme per il docente di sorveglianza

Gli insegnanti di sorveglianza alla Competizione devono attenersi alle norme seguenti:

  • non è consentito alcun suggerimento da parte del docente che si limiterà, aperta la busta, a distribuire le copie del testo a ciascun allievo e quindi segnerà sulla lavagna l’orario esatto di inizio della prova e l’orario previsto per il termine (durata della prova: 60 minuti esatti per l’edizione junior delle classi quinte primarie, prima secondaria di primo grado e classi miste; 90 minuti esatti per le classi terze della scuola secondaria di primo grado e per tutte le classi superiori);
  • ad ogni alunno è consentito l’uso di:

– dizionario di lingua italiana

– dizionario /vocabolario relativo alla lingua straniera studiata

– manuali scolastici e appunti delle lezioni

– atlante geografico

– matite da disegno, matite colorate, biro, gomma, compasso

– squadre,righe e, per le secondarie, goniometro e compasso

– colla, forbici, nastri adesivi, cartoncino, corda, foglio a quadretti di 0,5 cm e 1 cm

– calcolatrice con funzioni matematiche – non programmabile – (per la scuola superiore e la classe terza secondaria)

  • gli alunni lavoreranno a partire dalla consegna del testo secondo l’organizzazione che si sono dati; al termine sarà consegnato un singolo foglio risposta per ogni esercizio.

Si ribadisce che la classe produrrà un’unica risposta per ogni quesito pena l’annullamento dell’elaborato.

Durante le prove nessun alunno dovrà uscire dall’aula.

Sarà cura dell’insegnante di:

  • sottolineare che il primo quesito è in lingua straniera in versioni plurime e ne è richiesta la risposta nella lingua prescelta;
  • evidenziare agli  alunni di ogni classe che non partecipano singolarmente, ma costituiscono un unico gruppo classe che si organizza in modo autonomo per affrontare i quesiti proposti e cercarne la soluzione;
  • avvertire gli studenti che sui fogli risposta non deve essere riportato alcun segno o dato che possa identificare la classe e/o la scuola (e anche questo pena l’annullamento);
  • curare che i fogli siano rigorosamente anonimi;
  • al termine della prova raccogliere i fogli risposta e inserirli nella busta grande;
  • compilare il foglio contenente i dati relativi all’istituto, alla classe, al numero dei presenti, al numero degli alunni assenti con allegato l’elenco nominativo degli alunni, al nominativo del docente di matematica della classe, per la scuola secondaria e per la superiore, del docente dell’area scientifica per la scuola primaria. Per le classi miste specificare la provenienza dalle due rispettive classi e denominarle in modo da poterle distinguere;
  • inserire questo foglio nella busta piccola, incollarla, includerla nella busta con i fogli-risposta e consegnare il tutto alla Direzione (Dirigente Scolastico o, su sua delega, al referente di MsF).  

In sintesi, sarà annullato il risultato della prova della classe nei seguenti casi:

– formazione della classe mista non conforme al regolamento

– fogli risposta con segni o dati identificativi della classe

– risposte a più esercizi sul medesimo foglio risposta

– risposte diverse al medesimo esercizio (ciò non esclude la

– possibilità di presentare più processi risolutivi che conducano al medesimo risultato)

– eventuali espressioni o disegni non attinenti alla prova.

Istruzioni 2018 – 19